fbpx
Faq - Quarto Anno Rondine
352252
page-template-default,page,page-id-352252,eltd-cpt-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,moose-ver-1.2, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,blog_installed,wpb-js-composer js-comp-ver-4.9.1,vc_responsive

Faq

Frequently Asked Questions

1. Chi può partecipare al Quarto Anno Liceale d’Eccellenza a Rondine (QAR)? Chi è lo studente del QAR?

Può partecipare ogni studente che frequenta il terzo anno del Liceo Classico, Scientifico o delle Scienze Umane, in una scuola pubblica o parificata italiana. Di fronte ad una forte motivazione possono accedere alle selezioni anche studenti provenienti dal Liceo Economico-sociale, Scienze Applicate, Linguistico in quanto la maggioranza delle materie didattiche è comune ai tre indirizzi di base del Quarto Anno Rondine (vedi domanda n. 8).

2. Chi è lo studente del QAR?

Un giovane motivato a mettersi in gioco in una esperienza di autonomia e indipendenza a contatto con giovani provenienti da tutto il mondo e da tutta Italia; curioso e interessato agli altri, voglioso di confrontarsi con culture diverse e con le problematiche della società, disponibile a vivere in un contesto di gruppo-comunità interculturale da cui trarre stimoli. Intenzionato a sviluppare un progetto teso a risolvere una criticità del proprio territorio e con un positivo esito scolastico che non significa una media scolastica in particolare.

3. Cosa si intende per positivo esito scolastico?

Per accedere è sufficiente un percorso didattico che testimoni una certa maturità, serenità e autonomia di apprendimento e studio capace di adattarsi al nuovo contesto scolastico del QAR. Negli anni tanti studenti che avevano perso entusiasmo nei confronti della scuola o riscontravano difficoltà in alcune materie, hanno trovato nel QAR nuovi stimoli e metodi di studio efficaci che hanno permesso loro di migliorare la resa scolastica.

4. Cosa si intende per Eccellenza?

Per il QAR l’eccellenza non è in entrata, ma in uscita. Significa la capacità di approfittare del percorso di formazione e studio per esplorare le proprie potenzialità, punti di forza e di debolezza imparando a riconoscerli e gestirli, dando forma al proprio progetto di vita. Sicuramente alcune attitudini di base sono necessarie per rendere questo percorso eccellente: apertura al dialogo, a mettersi in gioco, a lavorare su se stessi e in gruppo.

5. Come faccio a capire se questa esperienza è adatta a me?

Se sei rimasto incuriosito dalla possibilità di studiare un anno in un luogo internazionale pur rimanendo in Italia, accogliendo la sfida di lavorare su te stesso a contatto con studenti di tutto il mondo e di tutta Italia, sicuramente hai già tante caratteristiche che cerchiamo nello studente del QAR. Per capire ancora meglio se questo progetto può far parte della tua formazione ti invitiamo a provare l’esperienza delle selezioni a Rondine.

6. Cosa significa che il QAR è riconosciuto come sperimentazione per l’innovazione didattica dal MIUR?

Questo riconoscimento è garanzia di svolgimento dei piani di studio previsti dal MIUR in quarta superiore per gli indirizzi liceali Classico, Scientifico e delle Scienze Umane arricchiti dai temi di Rondine sul conflitto, relazione, dialogo, identità. Inoltre, questo riconoscimento garantisce il rientro in quinta superiore senza dover recuperare o sostenere esami integrativi delle singole materie. Il Liceo V. Colonna di Arezzo è la scuola che ha fatto richiesta di sperimentazione al MIUR. Un accordo di rete stipulato tra le scuole della provincia di Arezzo (Liceo delle Scienze Umane V. Colonna scuola capofila, Liceo Classico F. Petrarca, Liceo Scientifico F. Redi, ITIS Galilei, Liceo d’arte Petrarca) e l’Associazione Rondine, permette di garantire i piani ministeriali a tutti gli indirizzi liceali presenti nel QAR.

7. Come realizzate concretamente la programmazione di tutti e 3 gli indirizzi liceali del QAR?

I 3 indirizzi liceali hanno il 90% di materie comuni: significa che ad esempio materie come italiano, storia, filosofia hanno le stesse ore e programmi per tutti e 3 i licei. Gli studenti, a prescindere dal loro indirizzo liceale, quindi potranno seguire insieme queste materie. Per quanto invece riguarda le materie di indirizzo, in base all’articolazione dell’orario settimanale (seguendo il monte orario), i gruppi si divideranno a seconda dell’indirizzo liceale di appartenenza, così che ognuno possa seguire le specifiche di indirizzo.

8. Come trattate indirizzi diversi da quelli base?

Nel caso in cui venissero selezionati studenti provenienti da indirizzi liceali non tradizionali (come ad esempio Liceo economico-sociale, Scienze Applicate e Liceo Linguistico) per le materie specifiche di questi indirizzi viene garantito un modulo intensivo svolto da un docente dedicato che va dalle 33 alle 66 ore complessive, che accompagna lo studio (in questo caso un pò più autonomo) dello studente durante tutto l’anno. Lo studente avrà comunque una valutazione con voto e scrutinio finale sulla base della programmazione svolta.

9. Perché la didattica è innovativa?

La didattica è innovativa perché si adatta ai tempi del QAR piuttosto concentrati e ricchi di impegni e approfondimenti pomeridiani. Le metodologie di insegnamento e di verifica sono di tipo cooperativo, partecipativo e dinamico. L’utilizzo del tablet diviene strumento per accedere ai nuovi linguaggi in maniera equilibrata e utili all’apprendimento. La didattica è innovativa perché valorizza le discipline attraverso i temi di approfondimento del pomeriggio in quello che è chiamato Percorso Ulisse, così da creare un filo conduttore per lo studente tra le molte esperienze formative vissute a Rondine.

10. Che rapporto c’è tra la didattica curriculare e la didattica del percorso Ulisse?

Si tratta dei due pilastri dell’offerta formativa profondamente intrecciati da costanti richiami. Ogni disciplina viene valorizzata dai temi di approfondimento del Percorso Ulisse, offrendo linguaggi specifici delle singole materie per leggere, riflettere, tradurre le dinamiche del mondo di oggi. Attraverso modalità di rielaborazione e spunti di riflessione, discipline e temi di approfondimento offrono una ricchezza di saperi e skills per sviluppare nella maniera più sana e matura il senso critico degli studenti.

11. Ci saranno gli scrutini anche al QAR?

Si, il QAR è una scuola a tutti gli effetti, che produrrà scrutini di metà anno e finali. La programmazione svolta e le valutazioni dei percorsi di apprendimento degli studenti si tradurranno in una pagella. Lo studente rientrerà nella propria scuola di appartenenza in quinta con l’intero percorso validato dalla scuola capofila ovvero il Liceo Colonna di Arezzo.

12. La scuola quando si svolge?

La scuola del QAR si svolge a Rondine dal lunedi al venerdi. La mattina è soprattutto dedicata alla didattica con le discipline dei piani ministeriali per gli indirizzi liceali (dalle ore 8.20 alle ore 13.35 con 6 ore da 50 minuti). La locanda di Rondine permette agli studenti del QAR di pranzare giornalmente insieme ai giovani della World House e allo staff di Rondine. Il pomeriggio, quando presenti le attività del percorso Ulisse, le lezioni si svolgono dalle ore 15 alle ore 17. Se i pomeriggi sono liberi il rientro ad Arezzo è previsto per le ore 15. Generalmente i pomeriggi di attività variano dai 3 ai 4 a settimana.

13. Come faccio a studiare se ho i pomeriggi impegnati?

La didattica del QAR adotta metodologie di insegnamento che cercano di far apprendere lo studente già durante la lezione. Le interrogazioni e i compiti sono programmati così anche da sviluppare l’importante competenza di sapersi gestire e organizzare autonomamente. Lo studio cooperativo velocizza i tempi di apprendimento. Rimangono poi spazi per lo studio autonomo sia a Rondine (dove si svolgono le attività di studio e formazione) sia in Convitto ad Arezzo (la struttura dove gli studenti rientrano giornalmente dopo le attività di Rondine).

14. Quanto dista Arezzo da Rondine?

Rondine dista dal centro di Arezzo 10 km. Gli studenti hanno a disposizione diverse corse di autobus di linea che ogni giorno collegano Arezzo a Rondine in andata e ritorno negli orari utili per le attività scolastiche.

15. Se la scuola del QAR è dal lunedi al venerdi cosa succede il fine settimana?

Il fine settimana la struttura di riferimento è quella del Convitto Nazionale in centro di Arezzo (dove anche durante la settimana terminate le attività di Rondine rientrano). Il Convitto accoglie quindi gli studenti ogni giorno garantendo vitto, alloggio, orari di libera uscita pomeridiana e serale (venerdi e sabatao) e spazi per lo studio o attività libere.

16. Come funziona la vita in Convitto?

La vita in Convitto è disciplinata da un suo regolamento che rende lo studente del QAR a tutti gli effetti convittore/convittrice sottostando così alle regole della struttura. Rondine e Convitto sono due soggetti che condividono un comune progetto formativo con regolamenti in parte autonomi: informalità e rispetto, libertà e responsabilità sono i binomi chiave delle regole di entrambe le realtà. Il Convitto ha un sistema di sorveglianza (con educatori professionisti 24 ore su 24) importante che da garanzia e tranquillità alle famiglie. Le due realtà permettono così allo studente di sperimentare tipologie di convivenza in parte diverse per una piena crescita e maturità individuale e collettiva.

17. E’ possibile tornare a casa durante l’anno scolastico?

Il calendario scolastico del QAR prevede un rientro a casa per il periodo delle vacanze di Natale e uno per quelle di Pasqua. Le vacanze per le festività sono un po’ più lunghe rispetto a quelle della scuola tradizionale per dare l’opportunità di ritrovare i propri compagni di scuola. Rimane l’autonomia di gestirsi le assenze per cui, su autorizzazione dei genitori, gli studenti possono rientrare a casa anche durante l’anno scolastico o per esigenze particolari. Inoltre, ci sono diverse occasioni di festa e condivisione in cui le famiglie sono chiamate a venirci a trovare a Rondine (festa di inaugurazione dell’anno scolastico a fine settembre, festa degli auguri di natale a metà dicembre, festa finale di chiusura dell’anno scolastico ad inizio giugno).

18. Perché il gruppo classe è così importante nel QAR?

Perché la capacità di leggere, di gestire e muoversi all’interno delle dinamiche relazionali è sicuramente oggi la competenza più importante per il mondo che ci aspetta. Per un anno ogni studente ha la possibilità di sperimentare, in un vero e proprio laboratorio concreto, tante sfumature delle relazioni umane così da apprendere modalità e soluzioni di gestione delle criticità e difficoltà.

19. Che rapporto ci sarà con i giovani della World House?

Il rapporto con i 30 giovani della World House è quotidiano ed è sia informale sia formale: informale perché nella quotidianità QAR e World House condividono spazi, pause, pranzi e molte feste comuni; formali perché ci saranno tante attività formative e di apprendimento comuni (molte di queste in lingua inglese).

20. Ho la possibilità di imparare o migliorare l’inglese?

La lingua veicolare dei giovani della World House è l’inglese. Ma ci sono tante lingue che si possono imparare grazie a loro (francese, russo, arabo e tante altre). Sebbene la scuola del QAR venga svolta in italiano ci sono tante occasioni in cui le lezioni (non solo quelle da piano didattico di lingua e letteratura inglese) sono svolte in inglese.

21. Chi è il tutor?

Il tutor è un facilitatore e mediatore delle dinamiche di gruppo. Esperto in team building, peace building, conflict resolution, accompagna quotidianamente il percorso di crescita degli studenti riconducendo le difficoltà, criticità, successi e relazioni di gruppo. Il tutor di classe è anche una Rondine d’oro, ex studente della World House che ha sedimentato le modalità di lavoro sulla trasformazione creativa dei conflitti di Rondine. E’ un supporto importante sia individuale sia di gruppo che permette e facilita anche i rapporti tra studenti e docenti.

22. Perché c’è la materia religione a Rondine?

Rondine, lavorando da ormai 20 anni con giovani internazionali provenienti da paesi di guerra e conflitto, ha un approccio alle religioni laico e di apertura e conoscenza reciproca. Abbiamo studenti cattolici, ortodossi, musulmani, ebrei, atei. Il percorso di religione porta gli studenti a confrontarsi con se stessi e l’altro e a capire il ruolo delle religioni nelle società secolarizzate, dotandosi di strumenti importanti e di competenze di dialogo interreligioso, fondamentali per vivere in una società dove spesso, l’assenza di questa apertura, crea violenza e odio.

23. Quanti viaggi di istruzione ci sono durante il QAR?

I grandi viaggi di istruzione sono 2: Bruxelles (per approfondire il tema dell’Unione europea e dell’identità europea) e Calabria (sul tema della legalità). Entrambi i viaggi coinvolgono QAR e World House. I viaggi sono preceduti da importanti attività di preparazione e formazione. Sono previsti poi piccoli viaggi di un giorno alla scoperta delle Foreste casentinese e dei luoghi attorno Rondine che portano testimonianza di storia e memoria della prima e seconda guerra mondiale.

24. Come faccio per l’alternanza scuola-lavoro?

Molte delle attività/lezioni/workshop del Percorso Ulisse (attività pomeridiane) sono riconosciute come ore di alternanza scuola-lavoro dato che permettono di sviluppare competenze professionali e trasversali. Le molte attività di comunicazione e la progettazione sociale stessa in cui sono impegnati gli studenti permettono agli studenti di venire a contatto con la realtà associativa di Rondine e capire come le non profit e il terzo settore operano. Le ore riconosciute come alternanza scuola-lavoro sono circa 150/200 complessive.

25. Che rapporto c’è durate l’anno con la scuola di appartenenza?

Durante l’anno scolastico sarà nostra cura comunicare alle scuole di appartenenza quanto svolto nel QAR. Ci saranno inoltre occasioni di condivisione, come il rientro dalle vacanze di natale degli studenti (nel nostro caso una settimana prima rispetto a quelle delle scuole tradizionali), in cui chiederemo disponibilità ad un momento formativo di racconto della propria esperienza vissuta da parte dello studente sia alla propria classe alle classi terze.

26. Quanti sono ad oggi gli studenti che hanno frequentato il QAR?

Oggi gli ex studenti del QAR sono 77 e fanno parte di una community attiva e operativa con progetti di ricaduta sociale realizzati, in corso di realizzazione o in fase di progettazione. Presenti in tutta Italia sono a disposizione, con le loro famiglie, per dare tutte le informazioni aggiuntive su questo progetto, così da avere testimonianza diretta di quanto da loro vissuto.

27. L’iscrizione rende obbligatoria la partecipazione alle selezioni? E’ richiesta una quota per iscriversi?

L’iscrizione alle selezioni non è vincolante ed è gratuita. Anche se parteciperai ai colloqui di selezioni potrai in ogni momento decidere di lasciare l’esperienza. Anche dopo aver ricevuto gli esiti delle selezioni sei libero di accettare o meno la frequenza al QAR.

28. Perché è richiesto il CV?

Il curriculum vitae è un documento che nasce per indicare le esperienze professionali. Nel nostro caso siamo interessati a conoscere tutte le attività extrascolastiche da te svolte (sia passate, sia attuali): dal volontariato a corsi di lingua/sport/arte/musica. Riporta tutto quello che parla di te, del tuo mondo e delle tue passioni.

29. Perché chiedete un’idea progettuale?

La capacità di progettazione sociale è una competenza molto importante e davvero utile per il tuo futuro: saper leggere l’ambiente che ti circonda, le sue caratteristiche, riconoscere questioni e/o problematiche del tuo territorio, sviluppare idee di attività volte a risolvere o incidere su quelle questioni. Trasferire la propria esperienza e quanto appreso una volta tornati nei propri territori è un valore aggiunto che ogni studente potrà dare.

30. Se non ho ancora le idee chiare sul progetto che svilupperò cosa scrivo?

Non preoccuparti. Puoi cominciare indicando eventuali temi di tuo interesse su cui vorresti lavorare o questioni del tuo territorio che vedi problematiche. Potrai affinare il progetto quando comincerai il percorso sulla progettazione sociale qua a Rondine oppure cambiare la tua idea in corso d’opera.

31. In cosa consistono le selezioni a Rondine?

Le selezioni avvengono attraverso diverse modalità: colloquio orale, attività di gruppo, una breve prova didattica nelle principali materie generali e di indirizzo (con la sola finalità di verificare i diversi programmi svolti nella materia), un test attitudinale (per indagare alcuni dimensioni dell’adolescenza. Questo test potrà essere svolto sotto autorizzazione da parte dei genitori).

32. Come avvengono le scelte degli studenti? Quali sono i criteri utilizzati per selezionare la classe del QAR?

La composizione della classe del QAR è piuttosto complessa e cerca di unire diversi criteri che vanno in primis dalla qualità del candidato in termini di motivazione (voglia di lavorare su se stessi per capire i propri punti di forza e debolezza); l’attitudine a lavorare in gruppo; le potenzialità in termini di crescita che il candidato porta all’attenzione durante le selezioni (siamo interessati ad avere gruppi molto eterogenei nelle caratteristiche personali). Si aggiunge poi il background legato alle attività extrascolastiche e la propensione a voler risolvere problematiche del proprio territorio. Altro criterio è il positivo esito scolastico che non si traduce per noi necessariamente in un voto specifico. Inoltre, cerchiamo di avere studenti di un po’ tutte le regioni italiane. Solo dopo aver concluso le selezioni e abbozzato un gruppo classe che possa individualmente e in gruppo lavorare bene potremmo dare risposta in merito ai contributi (che terranno conto dei criteri citati).

33. Quante borse di studio sono disponibili?

Normalmente abbiamo circa il 70/80% di supporti totali (del valore di 15.000 euro) e circa il 10/15% di supporti parziali (importi variabili). Ai vincitori dei supporti (sia totali sia parziali) viene richiesta una quota di corresponsabilità di 3.800 euro da versare in 3 rate (o a seconda delle esigenze della famiglia da diluire durante l’anno). Il contributo è chiamato di corresponsabilità perché una famiglia che si impegna a sostenere la formazione di uno studente del QAR è parte attiva del percorso di Rondine.

34. Non hai trovato la tua domanda?

Scrivi a Spinella Dell’Avanzato capo progetto del Quarto Anno Rondine e ti saprà dare tutte le informazioni (spinella.dellavanzato@rondine.org, 3475235189)