Elisabetta Rossi - Quarto Anno Rondine
342473
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-342473,eltd-cpt-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,moose-ver-1.2, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,blog_installed,wpb-js-composer js-comp-ver-4.9.1,vc_responsive

Elisabetta Rossi

Project Description

1. Descriviti in un tweet.

“La vita imita l’arte più di quanto l’arte non imiti la vita” questa frase di Oscar Wilde ,alla quale associo la foto del mio quadro preferito la “Primavera” di Botticelli,mi descrive molto, perché descrive il mio grande interesse per la storia dell’arte e la letteratura. Io credo che le arti siano potentissimi mezzi di comunicazione, e credo per questo che materie come storia dell’arte e la letteratura siano necessarie per comprendere e capire quel linguaggio e per poterlo poi utilizzare a nostra volta.

2. Qual è il tuo motto?

“Ricordarmi che morirò presto è il più importante strumento che io abbia mai avuto per fare le grandi scelte delle mia vita” questa è una frase che ho preso dal discorso che fece Steve Jobs ai neolaureati di Stanford e mi ha sempre colpito moltissimo per la forza delle sue parole. Mi ricorda,ogni mi volta che la leggo, di non sprecare nemmeno un minuto della mia vita, mi dà la forza per prendere decisioni importanti .Io spero di poter nel mio piccolo di fare “grandi scelte di vita” che mi portino a grandi risultati, il mio più grande sogno sarebbe quello di poter conseguire delle grandi scoperte nel campo delle malattie genetiche.

3. Parlaci del tuo paese/della tua città e descrivi la tua regione.

Vengo da Sansepolcro in provincia di Arezzo. Il mio é un piccolo paese di 16.000 abitanti, ma é famoso in tutto il mondo per aver dato i natali al grande pittore rinascimentale Piero della Francesca e al matematico Luca Pacioli. Di Piero è possibile ammirare presso il museo civico la “Madonna della Misericordia” e l’affresco della “Resurrezione”. Di interesse artistico vi sono numerose chiese tra cui il meraviglioso duomo del 1012 dove all’interno vi sono opere del Perugino e di Raffaellino dal Colle. É un paese ricco di storia e molto tranquillo, ma comincio a vederlo un po’ troppo piccolo per i progetti che ho.

4. Perché hai scelto Rondine?

Proprio per questo considero Rondine la mia possibilità, la mia finestra sul mondo, l’occasione irripetibile di fare incontri ed esperienze che so che mi arricchiranno profondamente. Cercherò di apprendere tutto come una spugna e di portare con me il più possibile e tutto quello che imparerò spero possa essermi di base per la costruzione dei miei progetti e del mio futuro.

Project Details
Category

All, studenti on air 2016/2017

Previous
Next