Pablo Lavalle - Quarto Anno Rondine
350970
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-350970,eltd-cpt-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,moose-ver-1.2, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,blog_installed,wpb-js-composer js-comp-ver-4.9.1,vc_responsive

Pablo Lavalle

Project Description

LA MIA STORIA

Ciao a tutti! Sono Pablo e vengo da Villar San Costanzo, un piccolo paesino di mille anime e poco più in Piemonte. Abito in una zona con una forte presenza multietnica, dove mi sono spesso scontrato con una mentalità fortemente razzista. In una piccola realtà come quella in cui vivo l’apertura a nuove idee è spesso difficile da trovare ed è anche per questo che passerò un anno ad Arezzo, per respirare un’aria completamente diversa e avvicinarmi a nuove idee. Ho anche scelto di affrontare il quarto anno a Rondine perché credo che solo facendo nuove e varie esperienze posso diventare ciò che voglio.
Sono un ragazzo timido e riservato, che sa lasciarsi andare e che cela la propria incertezza dietro a una strana e forte ironia. Sono testardo, quando mi metto in testa qualcosa do il 110% per raggiungere i miei obiettivi, ma riesco anche a scoraggiarmi da solo. Sono critico nei confronti di tutto, un modo di pensare che mi è stato donato dalla scienza e dalla comicità americana. Amo lo sport, sopratutto la pallacanestro, e la musica (vario fra tutti i generi, dal rock al rap, dal jazz al reggae, schivando solo la lirica). Mi piace leggere e scrivere e mi piacciono sopratutto le materie scientifiche, perché come imparai in un sogno “la matematica è la mente di dio” (by the way sono ateo, ma mi piace ragionare attorno all’umano mistero divino).
Non ho un vero e proprio motto, ma in questa frase mi ritrovo e spesso vengo guidato proprio da quest’aforisma: “Pulchra sunt quae videntur, pulchriora quae sciuntur, longe pulcherrima quae ignorantur” (nonostante sia una frase latina in questa materia vado malissimo, perché quando voglio so essere parecchio pigro). Amo imparare cose nuove e perciò mi piace ciò che non conosco, perché so che dall’ignoto c’è sempre qualcosa di nuovo da scoprire. Finisco quindi spesso a buttarmi a capofitto in situazioni sconosciute (come è successo per l’anno scolastico che verrà), cercando di trarne il meglio.

 

IL MIO PROGETTO DI RICADUTA SOCIALE

 

“SERA” di Pablo Lavalle di Cuneo, il progetto per aiutare i giovani a credere in sé stessi e realizzare i propri sogni. L’assenza di fiducia troppo spesso è un denominatore comune tra i giovani del nostro tempo. È un fattore immobilizzante di tanti ragazzi ricchi di sogni, speranze e progetti da realizzare. Lavorare con i propri coetanei con gli strumenti acquisiti in un anno di scuola nella Cittadella della Pace, un anno di formazione col “Metodo Rondine” permetterà ai giovani di vestire i panni dei formatori e guidare i propri compagni di scuola e amici fino alla riscoperta di quell’enorme potenzialità che si cela dentro ognuno di noi.

Project Details
Category

studenti on air 2016/2017

Previous
Next