Ludovica Busceti - Quarto Anno Rondine
342460
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-342460,eltd-cpt-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,moose-ver-1.2, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,blog_installed,wpb-js-composer js-comp-ver-4.9.1,vc_responsive

Ludovica Busceti

Project Description

1. Descriviti in un tweet.

La vita è un’opera di teatro che non ha prove iniziali… quindi, canta, ridi, balla, ama, piangi e vivi intensamente ogni momento della tua vita..prima che cali il sipario e l’opera finisca senza applausi.
Questa foto, insieme a questa riflessione del grande Charlie Chaplin, riescono a descrivermi alla perfezione.
Sono Ludovica, ho 16 anni e abito a Rosarno, un piccolo paese calabrese.
La Ludovica che tutti conoscono ora è la ‘capo banda’, la meno timida, quella che propone iniziative, che riesce a trainare un gruppo. In passato, invece, ero la bambina timida che si nascondeva dietro le gambe della mamma, quella che seguiva gli altri ed era raro che si ribellasse o desse una sua opinione.
A ‘salvarmi’ è stato proprio il palcoscenico ed, in particolare, la danza. Grazie al linguaggio del corpo, infatti, sono riuscita ad uscire dal guscio, ad esprimermi pienamente e far capire davvero chi sono.
2. Qual è il tuo motto?

‘Più strada fai, più fossi prendi, ma se resti a casa, sai quanti tramonti perdi?’
Ormai da parecchio tempo è questo il mio motto. Credo che durante il viaggio della nostra vita ci sia parecchio da fare..ci saranno soddisfazioni, momenti di riposo e di felicità, ma anche punti in cui si cadrà e sarà difficile rialzarsi. Pensando al futuro, però, per non perdere i ‘tramonti’, bisogna avere la forza di rimettersi in piedi e continuare. ‘Partire, lasciare tutto indietro e andare’ come dice la famosa canzone dell’estate 2015..ed è appunto per la mia fame di scoperta e di novità che sono pronta per Rondine.
3. Parlaci del tuo paese/della tua città e descrivi la tua regione.

Rosarno, è un paese che conta 17.000 abitanti, situato nella piana di Gioia Tauro.
Non credo ci sia molto da dire sul luogo in cui abito che è, purtroppo, conosciuto come il ‘paese dell’illegalità e del razzismo’. Rosarno, infatti, è stato scenario, nel gennaio 2010, di una rivolta da parte degli immigrati africani che dallo scorso millennio lavorano nelle terre e negli agrumeti circostanti. Questi, si sentivano umiliati, disprezzati e sfruttati dai rosarnesi e così, stanchi della situazione, sono scesi per le strade del mio paese a ribellarsi.
Rosarno, viene così conosciuto solo ed esclusivamente per gli aspetti negativi e non più per quelli positivi. Nessuno sa, infatti, che ci sono giovani pieni di grinta e voglia di cambiare le cose come me e Sofia, scelte entrambe per Rodine. Nessuno sa che il mio liceo, il R. Piria, è polo delle eccellenze e che la mia grandiosa preside organizza manifestazioni anti-mafia, che è purtroppo un altro problema che affligge la mia Regione. Nessuno sa che ci sono persone, che giorno dopo giorno, lavorano per rendere Rosarno un paese migliore. Io spero vivamente che col tempo, anche al mio paese, possano essere riconosciute le cose belle e positive.

4. Perché hai scelto Rondine?

Sono venuta a conoscenza di Rondine una mattina, grazie alla mia preside. Sono stata subito entusiasta dell’iniziativa e comunicando la notizia a casa, la mia famiglia mi ha subito appoggiata ed aiutata nel fare tutto ciò che serviva per partecipare alle selezioni.
Quando ho scoperto di essere stata scelta ho iniziato a saltare e cantare per tutta la casa, incredula. Ora che manca meno di un mese sono emozionata e anche un po’ tesa, ma convinta della scelta che ho fatto..non vedo l’ora che inizii!

Project Details
Category

All, studenti on air 2016/2017

Previous
Next