Il Patriarca Ecumenico di Costantinopoli Bartolomeo parla di pace ai giovani del mondo dalla Cittadella di Rondine

/ news

(Arezzo, 27 ottobre 2015). “Siate uomini nuovi in un mondo nuovo”

Con queste parole Sua Santità Bartolomeo I, Arcivescovo di Costantinopoli e Patriarca Ecumenico si è rivolto ai giovani dello Studentato Internazionale di Rondine lanciando a loro e ai giovani di tutto il mondo in occasione della visita che si è tenuta questa mattina presso la Cittadella della Pace di Rondine, ad Arezzo, un messaggio di pace universale.

Bartolomeo, da sempre impegnato per il dialogo, per la comprensione reciproca tra culture, confessioni e religioni diverse, si è fatto interprete del dolore che sta lacerando il Patriarcato di Costantinopoli, quella Turchia che sempre più è al centro negli equilibri internazionali soprattutto per la risoluzione dei numerosi conflitti che si sovrappongono in tutto il Medio Oriente.  Una terra lacerata e macchiata di sangue ma dalla quale sale ancora con forza la voce della speranza della fraternità tra i popoli.

Sua Santità al suo arrivo alla Cittadella di Arezzo è stato accolto dal presidente di Rondine, Franco Vaccari insieme all’Arcivescovo della diocesi di Arezzo-Cortona-Sansepolcro, Mons. Riccardo Fontana e dalle autorità civili del territorio. Dopo aver conosciuto alcuni dei giovani dello Studentato Internazionale, provenienti da luoghi in conflitto e alcuni giovani del progetto Quarto Anno Rondine provenienti da tutta Italia il Patriarca ha tenuto un incontro pubblico durante il quale ha risposto ad alcune domande dei giovani.

“E’ stato per noi un grande onore ricevere la visita di Sua Santità a Rondine – afferma il presidente Franco Vaccari – come coronamento di una lunga amicizia che nel tempo è cresciuta alla luce di un comune impegno per la costruzione della Pace e del dialogo ecumenico. La sua benedizione ci incoraggia a perseguire nel nostro lavoro quotidiano, con impegno e dedizione e le sue parole ci rinnovano nella speranza che attraverso la costruzione del dialogo e di relazioni fondate sulla fiducia si possa uscire dall’inganno della costruzione del nemico e smascherare ciò che la legittima e alimenta”.

Rondine, nell’occasione, ha deciso di insignire il Patriarca Ecumenico del “Premio Rondine Preziosi per la pace”, istituito nel 2015 per essere “attribuito a personalita’ che, nel loro impegno professionale, civile, religioso e politico, con coraggio e determinazione, trasformano il conflitto attraverso relazioni che superano e dissolvono il concetto di nemico. Andando alle radici dell’inimicizia, la trasformano in energia creatrice di nuove relazioni di pacifica convivenza”.

Il prestigioso elaborato artistico, ideato e realizzato da Italpreziosi, è stato consegnato al Patriarca dai giovani di Rondine.

Al termine dell’incontro Sua Santità ha fatto dono di un ulivo che è stato piantato a Rondine come segno di speranza per la fratellanza tra i popoli, proprio come fece nel Papa Giovanni Paolo II nel maggio del 2002 alla presenza dal cardinale Jean Louis Tauran, oggi presidente del Pontificio Consiglio per il dialogo interreligioso. Con questo dono, Giovanni Paolo II riconobbe Rondine come luogo internazionale unico di dialogo e di pace, e ne incoraggiò l’attività che oggi dopo più di dieci anno trova l’ennesima conferma attraverso il riconoscimento di una delle massime autorità del mondo ortodosso.

Nel pomeriggio Bartolomeo I ha visitato la Cattedrale di San Donato di Arezzo durante un momento privato, accolto dall’arcivescovo della diocesi di Arezzo-Cortona-Sansepolcro, Mons. Riccardo Fontana.

Per l’occasione alcuni giovani borsisti del “Comitato cattolico per la collaborazione culturale con le Chiese ortodosse e orientali” del Pontificio Consiglio per la promozione dell’unità dei cristiani, che hanno studiato a Rondine hanno intonato un canto liturgico della tradizione ortodossa in onore di Sua Santità.

La visita del Patriarca Bartolomeo ad Arezzo è stata realizzata in collaborazione con la diocesi di Arezzo-Cortona-Sansepolcro e in media partnership con Tsd Comunicazioni.  L’Associazione Rondine realizza le proprie attività in collaborazione con il Servizio Nazionale della CEI per il Progetto culturale.

Tags: , , , ,